19 dicembre 2010

Operación Navidad: un regalo di Natale per i ribelli FARC, dall'esercito colombiano

Una unità delle forze speciali dell'esercito colombiano si è infiltrata nella Sierra de la Macarena –  zona controllata dai guerrilleros FARC (Fuerzas Armadas Revolucionarias de Colombia) – per allestire un albero di Natale alto 25 metri e addobbato con tanto di luci (circa 2000, che si attivano al passaggio di persone con dei sensori di movimento).

L'obiettivo di questo regalo di Natale anticipato è quello di incoraggiare i ribelli a smobilitarsi, abbandonare le armi e tornare a casa. L'albero, infatti, è decorato con gli slogan “Smobilitate,  a Natale tutto è possibile” e “Se il Natale può arrivare nella Giungla, voi potete tornare a casa”.

L'esercito allestirà altri 9 alberi in altrettante zone controllate dalle FARC per diffondere un messaggio chiaro e conciliatorio: il Natale è una buona occasione per abbandonare la lotta armata.


Grazie all'amnistia concessa dal governo a chi ritorna alla vita civile, più di 2000 guerriglieri hanno deposto le armi nel corso del 2010.

Negli ultimi anni, le FARC hanno sofferto vari e pesanti colpi inferti dall'esercito: migliaia di combattenti sono stati catturati o ammazzati (incluso il leader militare Mono Jojoy a settembre), o hanno lasciato i ranghi. Ciò nonostante, le Forze Armate Rivoluzionarie continuano a essere abbastanza forti in alcune zone rurali.

Le FARC-EP (Ejercito del Pueblo) sono un'organizzazione guerrigliera comunista clandestina  fondata nel 1964.

Per il governo colombiano, gli Stati Uniti, il Perù e l'Unione Europea sono un'organizzazione terrorista. Altri paesi latinoamericani e le Nazioni Unite considerano le FARC una forza guerrigliera.

Le azioni belliche delle FARC, che si autofinanziano mediante il traffico illegale di narcotici, includono attacchi, attentati e sabotaggi, che per anni hanno mantenuto la Colombia in un forte stato di destabilizzazione politica.

Nel seguente video, a cura del Ministero della Difesa, la presentazione e il messaggio di “Operacion Navidad”:


Fonte

2 commenti:

  1. Sei grande questo articolo è veramente meraviglioso...
    complimenti per il tuo blog:)

    RispondiElimina