21 aprile 2014

Moda africana sul web: MyAsho, la boutique online



Negli ultimi anni, gli abiti e i tessuti afro-centrici, con i loro colori vivaci e disegni audaci, hanno preso di sopravvento le passerelle di moda, chiamando l’attenzione di vari ‘fashionisti’ in giro per il mondo.

Ma per molti consumatori internazionali, specie per quelli senza accesso a negozi dedicati ai marchi africani, è spesso difficile poter acquistare capi di moda dall’Africa.

Per questo, molti designer africani stanno puntando sulla Rete per poter raggiungere un mercato più ampio, non solo tramite i loro siti ufficiali, ma anche attraverso delle e-boutique specializzate con più esperienza nel marketing online.

Uno di questi negozi virtuali è My Asho, lanciato nel giugno del 2009. Basato nel Regno Unito, il sito permette a stilisti africani – sia affermati che emergenti – di mettere in mostra le loro creazioni a un pubblico internazionale.

La fondatrice di My Asho (dalla parola in yoruba ‘aso’, che significa stoffa) è Dolapo Shobanjo. “Mi ero resa conto che gli stilisti africani non ricevevano la promozione che meritavano. Ne contattai vari, cercando di capire le loro difficoltà e necessità, e così decisi di creare uno spazio virtuale credibile” spiega alla CNN. Infatti, Dolapo ha stabilito degli standard di alto livello che i designer devono rispettare per poter apparire su My Asho. “Voglio essere sicura di promuovere persone serie. Ce ne sono molte che dicono di essere stilisti ma in realtà copiano semplicemente i pezzi di altri e hanno solo un sarto che cuce molto bene”.

L’obiettivo di Shobanjo è quello di mantenere un modello di business sostenibile, in grado di aiutare le comunità locali africane dove vengono prodotti i capi venduti sul sito. “Ho stabilito da subito dei principi etici e lavoro solo con stilisti che pagano bene i loro sarti e che investono nello sviluppo sostenibile dei loro villaggi o quartieri”.

Oggi, My Asho collabora con più di 30 designer africani ed ha clienti in più di 50 Paesi. Nel 2013, il sito ha lanciato My Asho Market, che vende una varietà di indumenti e accessori africani più commerciali, a prezzi meno impegnativi di My Asho, dove invece vengono esposti i pezzi di alta moda.

Fonte: CNN

1 commento: